di Michele Rinelli

20130224_femen-berlusca

Belle, giovani, longilinee, dell’est Europa…anche questa volta le attiviste dell’organizzazione FEMEN hanno dato spettacolo in attesa che l’ex premier Silvio Berlusconi si affacciasse nella sede elettorale ove come tutti i cittadini avrebbe espresso il suo voto.

Singolare e particolare la protesta di queste giovani; a seno nudo rivendicano i più disparati diritti in barba anche alle temperature polari che stanno investendo l’Italia in questi giorni.

Non possono che fare simpatia queste ragazze così avvenenti, donne dell’Est Europa che prestano le loro forme per sollevare problemi di carattere politico, così con i loro gesti, considerato il voyerismo imperante che da anni assistiamo anche in Italia, diventa quasi antipatico sottrarle di peso alla speculazione mediatica e politica che in tempo di elezioni si riescono a cavalcare.

Speculazione da cui non si sottrae nemmeno una giornalista de “Il fatto Quotidiano” ( http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/02/24/carabinieri-e-violenza-richiesta-al-prossimo-governo/511085/ ) che dopo aver visto scene di pura violenza poliziesca scagliarsi contro tanto ben di Dio non può che censurare il comportamento violento (e meno male non maschilista e/o machista) di quei Carabinieri che gioco forza per interrompere una condotta che il codice penale classifica come “Atti Contrari la Decenza Pubblica” si sono visti costretti a portare via di peso questi “immacolati” fiori di campo che rischiano, per pura ideologia, di prendersi fin’anche una bronco polmonite.

Così da questa vicenda l’estensore di quel pregiatissimo pezzo di giornalismo nostrano prende spunto e invoca immediatamente l’adozione dei numeri sui caschi dei poliziotti per evitare di assistere a scene di cotanta crudezza.

A vederle certe sequenze viene quasi da ridere a definirle violente, donne addestrate ad arte per inscenare politici teatrini, che grazie ai loro seni più o meno generosi e fisici quasi da modelle, non possono non prestare il fianco a valutazioni pretestuose ed essenzialmente buoniste  come queste.

Anche perché, a ben vedere le immagini, a che servirebbe in quel contesto il numero sul casco ? Pochi uomini, tutti in uniforme,  con volti ben visibili; in caso di contestazioni vere, di violenza vera, di abuso vero, che difficoltà vi sarebbe a identificarli tutti senza alcuna esitazione così da inchiodarli alle loro effettive responsabilità ?

Sarebbe anche ora di mettere un freno allo sproloquio di taluni esponenti della carta stampata che non vedono l’ora di utilizzare certi meccanismi di piazza per annientare definitivamente la possibilità da parte delle forze dell’ordine di poter agire per difendere e ottenere legalità.

Strumentalizzare, questa la parola d’ordine e questo sa fare essenzialmente una certa corrente di pensiero, una certa parte del giornalismo e di conseguenza una certa parte di pubblica opinione che non vede l’ora di poter suffragare anche senza ragione alcuna posizioni inutili come quella del numero sul casco degli agenti delle forze dell’ordine.

Espediente quest’ultimo per cui sarei favorevole solo nel caso di vera e certa punizione di chi, con gesti estremamente violenti, è in grado di menomare per sempre l’integrità fisica di chi è deputato al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica nazionale.

Anch’io, a questo punto, così come in quell’articolo, faccio un invito al nuovo governo che a breve si insidierà, specie a coloro i quali si fregeranno di essere il nuovo che avanza. A loro in particolare chiedo di non dimenticare che la difesa di questo paese e delle sue leggi dipende dalla capacità del sistema di far sentire tutelati i propri appartenenti e chi in particolare espone se stesso per attuarle. Se davvero vorranno trasformare i reparti di polizia inquadrati come tante mucche al pascolo che abbiano almeno la decenza di rendere estremamente dure le pene dei reati legati alle manifestazioni di piazza perché senza un riequilibrio delle forze si finisce solo per legittimare inutile e gratuita violenza solo nei confronti degli uomini in giacca blu.

Annunci