Nella splendida cornice del Convento di San Francesco a Palestrina, si rinnova anche quest’anno la tradizionale mostra “Presepi nel chiostro” a cura dell’associazione Prenestina del Presepe.

Numerosa, come sempre, la partecipazione dei presepisti locali e non che con con notevole maestria hanno dato forma ad opere di pregio pur utilizzando spesso materiali di scarto.

Quest’anno la mostra è stata arricchita dalla presenza di un presepe molto particolare, proveniente dalla cattedrale di San Ambrogio a Milano, realizzato da alcuni prigionieri detenuti nel campo di concentramento di Wietzendorf nel 1944. Tutti i personaggi e gli abiti sono stati realizzati con materiali di fortuna reperiti durante la prigionia.

Per chi volesse recarsi a Palestrina per una visita (*), segnalo che la mostra resterà aperta fino al 15 gennaio 2011 (orario visite dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle 18,30) e che l’ingresso è libero.

(*) ai “Presepi nel Chiostro” si potrebbe abbinare una visita all’adiacente Museo del Palazzo Palazzo Barberini-Colonna, aperto tutti i giorni dalla 09,00 alle 20,00, che ospita opere di particolare rilevanza.

Seguono alcune foto dei presepi che possono solo dare un’idea delle opere esposte. Il consiglio è di andare a vederli dal vivo per poterne scoprire ed apprezzare tutti i più piccoli particolari.

 

presepe 004

presepe 006

presepe 014

presepe 016

presepe 019

presepe 025

presepe 026

presepe 027

presepe 028

presepe 031

presepe 035

presepe 038

presepe 045

presepe 049

presepe 030

presepe 101

presepe 099

presepe 083

Madonna con Bambinello realizzata con filo cordonetto su stoffa in seta

presepe 074

Statuine in terracotta, provenienti dal presepe artistico di Scafati, vestite con stoffe e passamanerie

presepe 059 

Presepe realizzato da alcuni prigionieri detenuti nel campo di concentramento di Wietzendorf nel 1944.

presepe 066

presepe 067

  
  Modello realizzato per

  la struttura delle figure

(assicelle dei giacigli e filo spinato)  

 

 

 

 

 

Annunci