Vinicio Capossela – Resto Qua   

Resto qua
e la miseria sa cosè l’amor
Natale è già passato
e non sono ritornato
lambrette e motorette
spernacchiano l’oscurità
ecco qua
finito lo spettacolo e il miracolo
la luna sul tuo volto
la luce sul mio nome
scrosciano gli applausi
la pioggia li riporta qua
ecco qua
e lo Smeraldo splende sempre
anche per noi
sugli ombrelli e sui cappelli in fila
sull’atrio e sui gemelli
il sipario resta
e non ci sei tu
e non ci sono io
resto qua
mi abbagliano le macchine e i fanali
tre milioni d’anime
non ne fanno una
e quella che ora manca era la mia
ecco qua
e le finestre cambiano i padroni
passano le macchine a milioni
e i miei calzoni
adesso stanno in piedi anche da soli
resto qua
se non hai dato tutto non hai dato ancor
la lama taglia sempre dov’è fine
dov’è fine è il cuore
conosco la mia strada
e la strada riconosce me
ecco qua
regala perle il vento
e ne regalo anch’ io
la luna sul tuo volto
la luce sul mio nome
il sipario resta
io me ne vado via

Annunci