PER ELUANA
 
Sarà iniziato adesso l’altro viaggio,
dove non serve un corpo nel cammino,
ora che s’è concluso il tuo destino
dopo il travaglio del pellegrinaggio?
 
Invidio chi professa la certezza
per un Dio senza segno di presenza
o per chi ne respinge l’esistenza
in me prevale solo l’incertezza.
 
Qualunque sia la fede che lo muove,
sbaglia chi della vita altrui dispone
per una morte di liberazione.
 
Chi può asserire senza alcun errore
la volontà che avevi dentro al cuore?
Questa è l’angoscia che rimane dentro!
 
 
 
 
Advertisements