Auguri Mr. Obama   (Sor Gustavo)

 

Tra ‘n  bagno de gran folla effervescente,
quasi  dar cielo fosse ‘n nume sceso,
mo’ s’è ‘nsediato n’artro presidente
pronto a soregge de la tera er peso.
 
Ma dietro ‘st’apparato colossale
e ‘sto discorso da predicatore
ce sarà la risposta che poi vale
giusto pe’ renne er monno ‘n po’ mijore?
 
Si nun c’avessi er dubbio pe’ natura
me sarei già appuntata la spilletta
co’ la sua effigie sopra la giacchetta.
 
Ma ho da vedè si c’è la fregatura,
si s’aricorderà li tanti “iess”
o cercherà de prennerce pe’ fess.
 
 
Annunci