Er cruccio 
 
 
Quanno sur blogghe guardo er contatore
m’accorgo de ‘na quantità de gente
che quatta quatta, senza dimme gnente,
s’è fatta ‘n giro da visitatore. 
 
Certo nun me dispiace ‘sta presenza,
segno che, ‘n mezzo a tante fregnacciate,
de cose ’nteressanti  n’ho postate
sinno’  nun ce sarebbe ‘st’affluenza. 
 
Quello che me da cruccio veramente
è nun pote’ sape’de ‘sto  signore
nemmanco l’indirizzo vagamente. 
 
Potrei, pe’ segno de riconoscenza,
annarje  a ricambià le sue puntate
ma je direbbe  pur’anco:  voscenza,
 
perché nun me lo lasci ‘n commentino
‘nvece da fa sortanto capolino?
 
 
                                       Alfredo
 
 
 
Annunci