Er Pignolo                
 
 
 
Stavo a legge er giornale ‘na matina,
sotto li pini sopra ‘na panchina,
quanno me capitò l’occhio de lato
su n’omo accovacciato ‘n mezzo ar prato.
 
Scrutava l’erba pieno d’attenzione
cambianno de continuo posizione.
De ‘n tratto ar viso je comparve ‘n ghigno
e disse: “de ’n ritocco c’è bisogno!”
 
Se n’annò via pe’ poi tornà de fretta
e da dentro ‘na borza tirò fori
pennelo e tavolozza de’ colori.
 
A quarche filo fece ‘na pittata
poi je diede accurata n’artra occhiata
ed esclamò alla fine: “Mo’ è perfetta!”
 
 
 
Advertisements